HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione
Collana: Scrittori sardi
Anno: 2004
Dimensione: 12x19 cm
Pagine: 416
Prezzo: € 18,00
ISBN: 88-8467-187-6
____________________

Versione PDF
____________________
Visita il sito della Cuec

PAGINE CORRELATE

 

Giuseppe Marci

pubblicazioni

La coltivazione de' gelsi e propagazione de' filugelli in Sardegna

Le piante

L'autografo de Il giorno del giudizio

Alpinismo a quattro mani

Index libri vitae

De su tesoru de sa Sardigna

Di alcuni pregiudizii sulla così detta Sarda intemperie

Agricoltura di Sardegna

In presenza di tutte le lingue del mondo. Letteratura sarda: il Novecento

Famiglia Alpinistica

In presenza di tutte le lingue del mondo. Letteratura sarda

Il mondo che ho vissuto

Minori e minoranze tra Otto e Novecento

Opere edite

autori

Vincenzo Sulis

didattica

Autobiografia

documento testuale

Bollettino di Studi Sardi

audio

Rita Atzeri legge l'“Autobiografia” di Vincenzo Sulis

Vincenzo Sulis
Autobiografia
edizione critica a cura di Giuseppe Marci introduzione e note storiche di Leopoldo Ortu

L'autore

Nato a Cagliari, nel 1758, Vincenzo Sulis vive inizialmente una vita picaresca: armi, avventure, carcere, contrabbandi e battaglie con i dragoni del Re, poi la professione onorata di notaio. Ma, all’improvviso, una flotta nemica compare nelle acque del porto. È l’incontro con la Storia: diviene un comandante militare amato dal popolo e così potente che il sovrano deve umiliarsi di fronte a lui. Ma le trame della politica poco a poco lo avviluppano perde il suo seguito e viene accusato di lesa maestà. Un processo oscuro e inquietante celebrato nel nome della ragion di stato lo condanna inesorabilmente. Vent’anni di carcere, quattordici d’esilio nell’isola di La Maddalena. Quando sembra irrimediabilmente sconfitto la sua impresa più bella: scrive "un romanzo fiorito di mille fiori e colori", l’autobiografia che consegna ai posteri l’immagine composita di un avventuriero settecentesco.

I curatori

Giuseppe Marci insegna Filologia italiana all’Università di Cagliari.
Leopoldo Ortu insegna Storia del Risorgimento e Storia della Sardegna all’Università di Cagliari.

L'opera

Scritta fra il 1832 e il 1833, l’Autobiografia racconta la vita di un uomo ma, nel contempo, è un importante documento per la storia della Sardegna. La vicenda personale di Vincenzo Sulis, infatti, si intreccia con i grandi avvenimenti di fine Settecento: l’attacco della flotta francese comandata dall’ammiraglio Truguet contro la Sardegna, la tenace e vittoriosa resistenza degli isolani, la cacciata dei Piemontesi. È il triennio rivoluzionario (1793-1796) che culmina nella spedizione di Giovanni Maria Angioy: una stagione di grandi speranze ma anche di odi profondi, di lacerazioni, di sconfitte e di sanguinose vendette. Di tutto Vincenzo Sulis dà notizia, filtrando il racconto dei fatti storici attraverso la sua personale chiave di lettura, un’interpretazione del mondo e degli avvenimenti sardi costruita nei lunghi anni della carcerazione e nei silenzi dell’esilio nell’isola de La Maddalena.

 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | login | Informativa sulla privacy |