HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione
Collana: Scrittori sardi
Anno: 2003
Dimensione: 12x19 cm
Pagine: 840
Prezzo: € 25,00
ISBN: 88-8467-144-2
____________________

Versione PDF
____________________
Visita il sito della Cuec

PAGINE CORRELATE

 

Giuseppe Marci

pubblicazioni

La coltivazione de' gelsi e propagazione de' filugelli in Sardegna

Le piante

L'autografo de Il giorno del giudizio

Alpinismo a quattro mani

De su tesoru de sa Sardigna

Autobiografia

Di alcuni pregiudizii sulla così detta Sarda intemperie

Agricoltura di Sardegna

In presenza di tutte le lingue del mondo. Letteratura sarda: il Novecento

Famiglia Alpinistica

In presenza di tutte le lingue del mondo. Letteratura sarda

Il mondo che ho vissuto

Minori e minoranze tra Otto e Novecento

Opere edite

documento testuale

Bollettino di Studi Sardi

Giovanni Delogu Ibba
Index libri vitae
a cura di Giuseppe Marci

L'autore

Di Giovanni Delogu Ibba non si conosce né la data (presumibilmente verso la metà del Seicento) né il luogo della nascita avvenuta, con buona probabilità, a Ittiri. Sacerdote e, per oltre mezzo secolo, parroco di Villanova Monteleone, in quella "medesima terra si addormentava nel Signore il 21 agosto 1738, compianto dai popolani dai quali si era egli coltivato l’amore" (Pietro Martini).

Il curatore

Giuseppe Marci insegna Filologia italiana all’Università di Cagliari. In questa collana ha pubblicato: V. Sulis, Autobiografia (19972), A. Purqueddu, De su tesoru de sa Sardigna (1999), G. Delogu Ibba, Tragedia in su isclavamentu (2000), A. Manca dell’Arca, Agricoltura di Sardegna (2000), D. Simon, Le piante (2002), G. Cossu, La coltivazione de’ gelsi e propagazione de’ filugelli in Sardegna (2002), S. Satta, L’autografo de Il giorno del giudizio (2003).

L'opera

L’Index libri vitae, stampato nel 1736, si articola in sette parti: le prime cinque contengono componimenti lirici in latino, la sesta gosos in sardo logudorese e in castigliano, la settima una tragedia sacra intitolata Tragedia in su isclavamentu de su sacrosantu corpus de nostru Sennore Iesu Christu.
Parlando dei gosos contenuti nell’Index libri vitae Pasquale Tola ha scritto: "la poesia di tali inni scorre facile e maestosa ad un tempo, e contiene le sublimissime dottrine della sacra scrittura voltate in lingua sarda con tanta felicità, che non potrebbesi dire maggiore. E se si eccettua l’Araolla, il quale lo vince al certo nella forza dell’immaginazione, nella profondità dei concetti e nell’abbondanza delle figure, noi non troviamo fra i poeti nazionali, le di cui poesie siano state pubblicate, veruno che lo superi nell’armonia del verso e nella purità della lingua; anzi in quest’ultimo rispetto tale reputiamo l’esattezza del Delogu, che ove a certe regole ridurre si volesse la lingua logudorese, che è la vera lingua nazionale della Sardegna, non sapremmo indicare fonti migliori per attingerle, fuorché le >Rime spirituali dell’Araolla e gl’Inni sacri del nostro autore".
Ripubblicare l’Index libri vitae, in una moderna edizione critica, significa restituire al lettore una delle opere più significative della tradizione letteraria sarda.

Recensioni

Nae n. 7, estate 2004 Complessità e plurilinguismo nell'opera di Giovanni Delogu Ibba

 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | login | Informativa sulla privacy |